Lucca
Il futuro post-pandemia? Un Lucca City Lab sul modello di Torino
27 April 2020
L’umanesimo del sistema socio-tecnico: alcuni insegnamenti dal Covid-19
6 May 2020
Mostra tutto

Il contributo dell’intelligenza economica di sciame

Swarm intelligence letteralmente significa intelligenza di sciame. E’ una forma di intelligenza tipica dei sistemi auto-organizzati, nei quali un’azione complessa deriva da una intelligenza collettiva. In natura accade nei banchi di pesci, negli sciami di api, nelle madrie di mammiferi. Quando stanno per essere attaccati dagli squali, i tonni si compattano e iniziano a nuotare tutti insieme disegnando un vortice verso il fondo dell’oceano. Il risultato è che lo squalo non riesce a prenderne nemmeno uno, perché rimane disorientato.

Oggi, per sopravvivere è necessario cambiare il modello di relazione fra imprese che oggi è alla base delle filiere produttive dei distretti toscani: non è un problema di dimensioni, va bene che le aziende grandi restino grandi e quelle piccole restino piccole, ma devono cambiare i rapporti tra i diversi soggetti della catena. Oggi il rapporto è quello fra dominante e dominato, basta pensare a come funziona il meccanismo tra le griffe del lusso e i loro fornitori nel settore della pelletteria: questo modello va sostituito con uno nuovo, con un patto basato su prossimità territoriale, vicinanza strategica e contiguità di valori. Sono tre pilastri che impattano sul core business, sulla governance e sulla finanza. Per una regione come la Toscana è una prospettiva da prendere in considerazione per prepararsi alla ripartenza ed evitare il collasso del sistema.

I prossimi mesi saranno di lacrime e sangue. Ma adesso abbiamo anche la possibilità di usare questo choc per ripartire con un modello più solido.

Download: Nicola Lattanzi, “Per salvare i distretti facciamo come tonni e api”, L’economia del Corriere Fiorentino, 23 marzo 2020

 


Notice: Trying to access array offset on value of type null in /web/htdocs/www.lattanzinicola.it/home/wp-content/themes/betheme/includes/content-single.php on line 285
Nicola Lattanzi